Tecnica - Bowling Italia

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tecnica

Centri > Lezioni

Salve a tutti,
ieri sera ero al King bowling di Torino e ho potuto vedere per un paio d'ore Morra fare lezione a principianti.
Ho notato ancora una volta come questi (i principianti) tendano a "tirare" la boccia invece che farla "rotolare".
L'importanza d'inculcare nella testa dei principianti che la boccia non va "tirata" verso i birilli ma "rotolata" è fondamentale è non verrà mai sottolineata abbastanza. In USA addirittura il verbo "to throw a ball" ( tirare appunto) è letteralmente bandito dagli istruttori e viene accuratamente usato solo il verbo "to roll a ball".Ricordo che lo scorso giugno ad una conferenza di Mo Pinel al BowlExpo di Las Vegas ( Texas Station Hotel & Casino con "solo" 60 piste in linea senza colonne) egli stesso, per errore usò il verbo "to throw". Fu immediatamente "fulminato" con lo sguardo da tutti gli USBC coaches presenti. Pinel s'accorse subito d'aver fatto un pesante errore "verbale", interruppe il suo discorso e disse " scusate to roll a ball not to throw".Al fine di costringere un principiante a "rollare" una boccia sulla pista e non a "tirarla" ho notato che è utilissimo dirgli di NON guardare le frecce come punto di mira , bensì i bollini posti tra la linea di fallo e le frecce stesse. Ieri sera ad un principiante, alto circa 1,85 m , che lanciava la palla e non la "rotolava", gli hodetto di spostare il target ai bollini anzichè alla frecce ed ha iniziato subito a " rollare" una palla da bowling anzichè "tirare" un anguria , come faceva prima. Quando poi la tecnica di rilascio del bowler sarà migliore egli portà ripassare a mirare in altri punti. I bowlers con alta tecnica di tiro e molta curva possono addirittura mirare alla zona del breakpoint. Vengono fatti seminari apposta in USA per affinare tale "sensibilità", si chiamano "breakpoint management stage".Famoso è quello di Gary "the guru" Parson, a cui io non ho mai assistito però perchè non viene mai fatto da Parson in concomitanza con BowlExpo.
Mentre io, in pista pari, cercavo di far capire al principiante (che però eseguiva un buon 4-4) che la boccia va "rollata" sulla pista e non "tirata" , sulla pista dispari Morra stava sudando le proverbiali 7 camicie con un allievo che NON riusciva assolutamente a coordinare gambe e braccia. Ad un certo punto una persona mi siavvicina a mi dice : "sai... è un ex carabiniere, che vuoi c'ha la testa de coccio....".A parte il fatto che io trovo i carabinieri persone splendide che rischiano la vita per 1250 euro al mese, il problema non sta nel fatto d'averci la "testa di coccio " o no, sta nel fatto che se un principiante ha problemi con la rincorsa egli deve prima "masterizzarla" senza tenere la palla in mano.
La rincorsa senza palla in mano in USA si chiama "dry run" e ci sono istruttori che non accettano nemmeno allievi che si rifiutino d'eseguire "dry run" per centinaia di volte. La scuola coreana di bowling addirittura prevede che l'allievo faccia "dry runs" per 15 gg. prima di prendere la palla in mano !!!!!
Certo, con la palla in mano è più facile far capire all' allievo che una volta iniziato il "pushaway" la palla deve cadere per gravità e non deve esser "muscolata" dal braccio, però il peso della palla li sbilancia e li distrae.
A questo punto, se si lascia la palla libera di scendere per gravità, il pendolo ha un suo tempo d'esecuzione che è dettato NON DA VOI, ma dalla legge di gravità appunto, quindi i passi devono seguire questo tempo che è alquanto rapido. In USA gli istruttori sovente sintetizzano che cos'è la rincorsa per tirare una boccia da bowling con le seguenti 3 parole: "four brisk steps". Andatevi a guardare sul dizionario che cosa vuol dire la parola "brisk" e poi capirete che tutti i principianti che impiegano più di 1,80-2,00 sec. per fare un 4 passi sono esattamente sulla strada sbagliata per imparare a giocare a bowling !!!!

saluti a tutti
Claudio Tarantola

Tecnica per principianti, come si rilascia la boccia

Scritto da: Claudio Tarantola

 
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu