La nazionale non decolla - Bowling Italia

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

La nazionale non decolla

Il Bowling di:





La Nazionale non decolla
Con l'occasione del Campionato mondiale maschile appena concluso ci si chiede come mai i nostri atleti, di indubbio valore, non riescano a farsi valere. Ecco cosa ne pensa Loris 'mambo' Mambelli
Buon giorno a tutti ,anche il sottoscritto ogni tanto prova a scrivere qualche pensiero riguardante la nazionale. Facendo una considerazione tecnica, sono sicuro al 100% che i nostri atleti sappiano fare cose eccellenti sotto ogni punto di vista, allora quale può essere il problema? Facciamo una considerazione per quello che vediamo sulle moto GP Valentino ha dovuto cambiare gomme per avere il meglio delle sue prestazioni e comunque più accentuate su determinati circuiti, gomma dietro dura davanti morbida e chi più ne ha più ne metta, Poggiali ha la stessa moto di Stoner ma non arriva mai nei primi posti,Lorenzo va forte anche con le altre gomme, il continuo lamentarsi di messe a punto fatte in ritardo, o con un pò di fortuna azzeccate.
Tornando al nostro sport, il mio pensiero non è che la figura del CT possa dare un vantaggio al giocatore,( sicuramente un apporto ci sarà) ma è necessaria la figura del preparatore tecnico ,per far capire che su quella pista ci vuole una storm o una brunswick o una ebonite, e con dei caricamenti diversi per ogni giocatore; quante forature di bocce con caricamenti uguali hanno dato risultati differenti. Io come tanti altri sposavo il marchio il colore ed il costo, ma non vai da nessuna parte, ecco perchè sempre secondo il mio pensiero ci dicono che siamo indietro rispetto gli altri.
Mettiamo in moto il sapere che ci porterà sicuramente sul podio.
Non si possono fare critiche a quello o a quell’altro se non sono stati messi in condizioni di dare il massimo con le attrezzature migliori, e quindi a ragion veduta è mancanza di conoscenza dell’atleta e del preparatore tecnico. Cosa pensate che facciano i tecnici che riescono portare le nazionali sul podio?
Ricordo 3 situazioni che rimarranno indelebili nella mia testa,e sono Roma ‘80 quando i nordici ritornarono a casa senza palle lasciandole in Italia, stessa cosa successe a Bologna, e non perché, come si pensava, il costo dell’aereo fosse elevato, ma quelle palle nelle piste nordiche non potevano andare bene.
La terza situazione Parigi squadra da cinque una delle squadre americane Red ……e non ricordo se fossero i Dewis dopo le deludenti partite della prima serie si misero uno alla volta al trapano per forarsi le nuove palle per quelle piste e naturalmente andarono in finale.
Mettiamo in moto questo sapere , e chi può farlo pubblicamente se non la federazione italiana con il suo parco di tecnici foratori e tecnici piste, in accordo.
Le esperienze personali si tengono molto strette e non si comunicano agli altri per i soliti motivi che credo tutti sappiamo!!!!
Scusate se vi ho annoiato ma sicuramente mi farò risentire.
Mambo
guide.supereva.it/bowling

 
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu